Saturday, 25 August 2012

Giorni infausti questi lontani dal mare

Niente di particolarmente interessante in questo post, più un mio sfogo. Ho perso nell' arco della stessa gornata ciò che di più costoso potevo smarrire, la mia pentax e ciò che di più caro potessi rompere, il mio hard-disk esterno con dentro una buona parte della mia vita, tutte le foto(con le annesse ore di fotoritocco che dedicavo agli scatti migliori), i miei disegni, la mia musica...giorni infausti questi che mi tengono lontano dal mare...

Carico alcune delle poche foto che ho ancora con me, niente di paricolarmente accattivante o inerente allo spinning, nel primo caso, ma ultime sopravvissute ai danni della mia sventatezza...



6 comments:

  1. NON TE LA PRENDERE PIU' DI TROPPO!!!
    A ME LA SIMIL-ALLUVIONE DELLO SCORSO OTTOBRE MI HA DISTRUTTO UNA VITA !
    LA MIA CANTINA CON UN METRO E PASSA DI ACQUA ...
    FOTO DI UNA VITA VERA SU CARTACEO...GIOVENTU',MATRIMONIO,NASCITA DEL FIGLIO E UNA SVARIATA MIRIADE DI CARTACEI DI PESCI PRESI UN PO' IN GIRO IN GIRO...PIU' SVARIATE ATTREZZATURE SIA DA CAMERA OSCURA CHE PESCA...LA VITA CONTINUA!!!
    SOLO A UNA COSA SEMBRA CHE NON CI SIA RIMEDIO...QUINDI FORZA E CORAGGIO!!!
    IN BOCCA AL MAMMALUCCONES!!!
    NON DEMORDERE!!
    CIAO
    Dr.Bass

    ReplyDelete
  2. Condoglianze anche a te allora -.- no oramai, vista la discreta frequenza con la quale questi eventi accadono (e tralascio i particolari dello smarrimento), dopo 22 anni ho imparato a prenderla con filosofia e i miei amici sanno che dopo lo sconforto iniziale tendo sempre a sdrammatizzare...è che trovo ogni volta così demoralizzante constatare che ho la testa di un vecchio di 90 anni nel corpo di un ventenne XD
    Grazie Dr.Bass ;)

    ReplyDelete
  3. hai perso anche un cappello..,che hai lasciato nella mia macchina...;-)

    ReplyDelete
  4. 'azzo, ecco dove maledizione era andato a finire O_o

    ReplyDelete
  5. Buen blog!!! un saludo amigo

    ReplyDelete
  6. E hai lasciato in macchina mia pure le scarpette da wading

    ReplyDelete